CONCORSO NAZIONALE DI FILOSOFIA ROMANAE DISPUTATIONES

Comunicato stampa
I ragazzi del Liceo Antonio Roiti di Ferrara hanno
vinto!
Tra i 1000 finalisti, gli studenti hanno vinto nella categoria video junior
del concorso filosofico Romanae Disputationes.

link alla pagina dei risultati
I ragazzi e le ragazze del Liceo Antonio Roiti di Ferrara vincono alla IX edizione del Concorso nazionale di filosofia Romanae Disputationes. Oltre 1000 studenti e docenti da tutta Italia si sono riuniti per la prima volta in diretta streaming per le riflessioni finali del percorso iniziato a ottobre sul tema importante de “La questione del corpo”.


Gli studenti del Liceo Antonio Roiti di Ferrara, accompagnati dalla professoressa Alessandra Grazzi, hanno vinto il secondo posto nella categoria video junior con un cortometraggio filosofico dal titolo “L’inorganicità della perfezione”.

Iniziato a settembre con la lezione del professore Carlo Sini seguita da oltre 5500 studenti, il percorso di Romanae Disputationes, che ha portato le ragazze e i ragazzi a rielaborare il tema  degli affetti e della comunità nei lavori scritti o video, culmina nella convention online nel confronto con grandi professori dell’accademia italiana come il prof. Felice Cimatti (Università della Calabria) e il prof. Costantino Esposito (Università di Bari). Durante la due giorni conclusiva si è tenuto il torneo di dibattiti filosofici Age contra per sostenere tesi opposte sul tema dell’anno e coordinato dal prof. Adelino Cattani (Università di Padova).

Siamo felicissimi di avere potuto lavorare insieme a centinaia di studenti e docenti, in un anno così difficile a causa della pandemia e ora della guerra in Ucraina - commenta Marco Ferrari, docente e direttore di Romanae Disputationes. Le Romanae continuano a sfidare tutti sulle grandi domande della filosofia, riscoprendo in questa edizione la centralità del problema del corpo: che cos’è il corpo? Quali sono le possibilità che l’avere un corpo ci offre? Quali i limiti che esso ci impone?
Abbiamo scoperto che non esiste la persona senza il suo corpo: noi non ‘abbiamo' un corpo, bensì ‘siamo' un corpo. Riflettere sul corpo ci ha permesso di riconquistare il senso stesso di noi stessi e dell’altro che abbiamo a fianco, il senso del dolore, il senso del limite, il senso della solitudine e del vivere insieme, il senso, quindi, della scuola e delle diverse forme di comunità (corpo di corpi, come dice Hobbes), fino alle sfide più attuali, il senso del virtuale e del mondo digitale in cui il corpo sembra scomparire e sublimarsi.

Romanae Disputationes lavora in collaborazione con Istituto Toniolo, Università Cattolica del Sacro Cuore, Cimea, Loescher editrice, Laterza scolastica, Cineteca di Bologna, Museo Nazionale del Cinema, Fondazione De Gasperi, Fondazione RUI, Jonas ONLUS, lascuola.net, Diesse, Parole O_Stili, Filò, e con il patrocinio di Università di Bologna, Università di Padova, Festival della filosofia in Magna Grecia.

Per informazioni, interviste a ragazzi e docenti e per ulteriore materiale:
Gabriele Laffranchi - Ufficio Stampa: gabriele@amoreperilsapere.it - 339 3320174

Allegati
CS_Vincitori2_Video junior_RD22 (1) (002).pdf